Spin the black circle

22 11 2007

billboard_vinyl.jpg 

I nemici attaccano a turno solo nei film di Bud Spencer. Anzi, di solito aprofittano della superiorità e ti colpiscono in faccia e alle spalle. Fuor di metafora, è quel che sta succedendo al Compact Disc. Nato ormai una venticinquina di anni fa, è stato per tutto questo periodo la manna dal cielo per l’industria discografica. La pulizia del suono digitale. La possibilità di saltare da una canzone all’altra premendo semplicemente un tastino. La portabilità. I libretti con i testi. Uau. I registratori di cassa hanno tintinnato a festa: in un colpo il cd ha sostituito il disco in vinile – cosa che ha portato all’aggiornamento di milioni di collezioni di dischi al nuovo standard – e la fastidiosa (per i discografici) abitudine di copiare la musica sulle cassettine. Però, cari miei, come dice Justin Timberlake “what goes around, comes around”. Tradotto: il mondo è rotondo  e se lo metti in quel posto a qualcuno, prima o poi…

La digitalizzazione della musica che ha consentito al cd di soppiantare il vinile ha prodotto i masterizzatori, gli mp3, il file sharing e gli Ipod. Distrutto nei suoi stessi vantaggi competitivi e improvvisamente sconveniente, il Compact Disc si è risvegliato sdraiato in una cassa di rovere. E siccome la vendetta è un piatto che va gustato freddo, a dargli l’estremo saluto c’è anche Sua Antichità il Vinile, che oggi, paradossalmente, gode di ottima salute.

Le stamperie non riescono a stare dietro agli ordini. Don MacInnis, proprietario della Record Technology, afferma ad esempio che la produzione, nel 2007, sta crescendo al ritmo del 25% e che tale crescita non riguarda solo musica dance per DJ, ma tutti i generi. Anche i negozi, soprattuto quelli online come Amazon, si stanno attrezzando creando apposite sezioni per la nuova ondata di vinylmania. Ed etichette discografiche indipendenti di culto come la Matador si sono rimesse a vendere dischi in vinile con dentro un codice per scaricare dal sito lo stesso album in mp3. Patrick Amory della Matador afferma che questo programma sta avendo un “successo clamoroso”. E non si dimentichi che i Radiohead – credevate non se ne parlasse, eh? Sbagliavate – oltre al download a offerta libera hanno fatto uscire il discbox da 60 Euro con la versione vinilica di In Rainbows.

Attenzione, però. La morsa “Mp3 + vinile” sta ammazzando il cd. Ma non è detto che non possa costituire una possibile ancora di salvezza per le major discografiche.

(per un ulteriore approfondimento – che non mi si dica che non cito le fonti! – Wired ne ha parlato qui e qui)


Azioni

Information

4 responses

26 11 2007
Il ritorno del vinile | Siti Webmarketing

[…] post serve a segnalarlo ma anche a parlare di un gradito ritorno: quello del vinile. Nel post Spin the black circle Francesco descrive la malattia del cd e la perfetta salute del vinile, idealmente presente al […]

16 06 2008
Le Cinque Regole « Rockonomics

[…] del formato fisico (il cd) e del “formato album”. Di entrambi gli argomenti si è già parlato […]

2 12 2013
Il ritorno del vinile » Boraso.com

[…] post serve a segnalarlo ma anche a parlare di un gradito ritorno: quello del vinile. Nel post Spin the black circle Francesco descrive la malattia del cd e la perfetta salute del vinile, idealmente presente al […]

19 02 2014
Il ritorno del vinile

[…] post serve a segnalarlo ma anche a parlare di un gradito ritorno: quello del vinile. Nel post Spin the black circle Francesco descrive la malattia del cd e la perfetta salute del vinile, idealmente presente al […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: